La verità sul colesterolo: cos’è, quali sono le cause del colesterolo alto e come ridurne il rischio

Il colesterolo alto è uno dei maggiori fattori di rischio per le malattie cardiache.

Si tratta di un tipo di sostanza grassa chiamata lipide che circola nel flusso sanguigno e svolge un ruolo importante nel mantenere la salute.

Livelli elevati di colesterolo sono associati a un aumento del rischio di malattie cardiache, perché quando il grasso si accumula sulle pareti dei vasi sanguigni può portare a un’ostruzione, o “infarto” come viene comunemente chiamato.

Il rischio aumenta ulteriormente se al colesterolo LDL (cosiddetto “cattivo”) elevato si associa un basso livello di colesterolo HDL (cosiddetto “buono”).

Continuate a leggere per sapere tutto quello che c’è da sapere su questo importante argomento, compreso come controllare i propri livelli e come ridurre il rischio se sono elevati.

Che cos’è il colesterolo alto?

Per la maggior parte delle persone, il colesterolo è un componente del tutto normale ed essenziale del corpo umano.

Il nostro corpo produce colesterolo per mantenere le cellule sane, regolare la produzione di ormoni e creare vitamina D. È anche importante per lo sviluppo e il funzionamento del cervello, nonché per la formazione e la sopravvivenza di nuovi nervi.

La quantità di colesterolo presente nel nostro corpo varia notevolmente in base a una serie di fattori, tra cui la genetica, la dieta e lo stile di vita. Il livello di colesterolo nel sangue è ciò che ci interessa quando parliamo di colesterolo alto. Il colesterolo alto si verifica quando c’è troppo colesterolo nel sangue. Questo accade perché l’organismo produce più colesterolo di quanto ne abbia bisogno o perché non lo elimina in modo efficiente come dovrebbe.

Livelli elevati di colesterolo nel sangue aumentano il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari (CVD), oltre ad altre patologie come le malattie renali e alcuni tipi di cancro.

Quali sono i sintomi del colesterolo alto?

Le malattie cardiache sono la causa più comune di morte nel mondo industrializzato, quindi mantenere bassi i livelli di colesterolo è un aspetto importante per mantenersi in salute. Sebbene non vi siano sintomi associati al colesterolo alto, mantenere bassi i livelli di colesterolo può contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache e altri problemi di salute.

Le persone con colesterolo alto hanno una probabilità tre volte maggiore di subire un infarto o un ictus rispetto a quelle con livelli di colesterolo normali. Statisticamente, ogni anno, due persone su 100 con livelli di colesterolo normali subiscono un infarto, mentre nove persone su 100 con colesterolo alto lo subiscono. Inoltre, il colesterolo alto può aumentare il rischio di sviluppare altri problemi di salute, tra cui alcuni tipi di cancro, l’osteoporosi e il diabete.

Il tipo di colesterolo cattivo: LDL

Il tipo di colesterolo cattivo che desta maggiori preoccupazioni è il colesterolo lipoproteico a bassa densità (LDL), talvolta chiamato “colesterolo cattivo” perché può accumularsi nelle arterie e causare problemi di salute. Il colesterolo LDL è necessario perché trasporta i grassi in tutto il corpo, ma può diventare dannoso quando se ne ha troppo. Le molecole di grasso presenti nelle LDL hanno maggiori probabilità rispetto a quelle delle HDL di finire nelle arterie, dove possono innescare la formazione di placche, che possono portare a infarto, ictus o altri problemi.

La quantità di LDL nel sangue può essere ridotta apportando alcune semplici modifiche allo stile di vita, facili da integrare nella vita quotidiana. Il colesterolo LDL è influenzato dalla dieta, dalla genetica e dallo stile di vita, quindi è importante conoscere i propri valori e impegnarsi per abbassarli il più possibile.

Colesterolo buono: HDL

Il tipo di colesterolo buono di cui dovremmo preoccuparci è il colesterolo delle lipoproteine ad alta densità (HDL). Meglio conosciuto come “colesterolo buono”, il colesterolo HDL viene spesso definito “colesterolo buono” poiché aiuta a pulire le arterie e a rimuovere il “colesterolo cattivo” (colesterolo LDL) dal sistema. Le persone con alti livelli di colesterolo HDL hanno meno probabilità di sviluppare malattie cardiache, ictus o altri problemi di salute associati a livelli elevati di colesterolo. Il colesterolo HDL è anche un elemento chiave per ridurre il rischio di altre malattie, come il diabete e alcuni tipi di cancro.

Valori di colesterolo considerati normali in base all’età

È importante ricordare che i livelli di colesterolo sono diversi per ogni persona e non sono necessariamente indicativi di un rischio maggiore. Tuttavia, ci sono alcuni valori che vengono considerati normali per le diverse fasce d’età: – Per gli adulti di età superiore ai 19 anni, l’intervallo normale di colesterolo è di 3,9-7,4 mmol/L (150-280 mg/dL). – Per le persone di età compresa tra i 19 e i 49 anni, l’intervallo normale di colesterolo è di 4,0-6,2 mmol/L (160-220 mg/dL). – Per i soggetti di età compresa tra i 10 e i 19 anni, l’intervallo normale di colesterolo è di 3,4-5,9 mmol/L (130-190 mg/dL). – Per i soggetti di età inferiore ai 10 anni, l’intervallo normale di colesterolo è di 3,4-5,0 mmol/L (130-170 mg/dL).

Cibi da evitare in caso di colesterolo alto

In caso di colesterolo alto si consiglia di evitare gli alimenti ricchi di grassi e colesterolo.

I grassi sono una parte importante di una dieta sana, ma ci sono alcuni tipi di grassi che sono migliori di altri. Gli alimenti grassi da evitare in caso di colesterolo alto sono la carne rossa e la carne lavorata, il burro, il ghee, lo strutto, il tuorlo d’uovo, l’olio di cocco, l’olio di palma e gli alimenti che contengono grassi trans, come i prodotti da forno commerciali, i cibi fritti e i cibi fritti.

Anche le noci, i semi e la soia sono ricchi di grassi, ma sono più salutari perché contengono soprattutto grassi insaturi, che non vengono assorbiti facilmente dall’organismo come i grassi saturi presenti nella carne rossa, nei latticini e negli oli tropicali.

Come ridurre il colesterolo?

La buona notizia è che il colesterolo alto è una condizione che può essere gestita con cambiamenti nello stile di vita e, se necessario, con l’assunzione di farmaci. Il primo passo per ridurre il colesterolo è identificare i fattori che contribuiscono ai livelli elevati di colesterolo.

Questo può essere fatto attraverso test che misurano il colesterolo, i livelli di glucosio nel sangue e la quantità di insulina nel sangue. Una volta stabilita la causa principale del colesterolo alto, è importante creare un piano per abbassarlo. Il medico può aiutarvi a creare un piano personalizzato che includa cambiamenti nella dieta e nello stile di vita.

Conclusione

Il colesterolo alto è un fattore di rischio significativo per le malattie cardiovascolari. È importante essere consapevoli dei propri livelli di colesterolo e adottare misure per ridurli, se necessario. Sebbene esistano diversi tipi di colesterolo, in questa sede ci si concentra sul colesterolo LDL (colesterolo cattivo) e sul colesterolo HDL (colesterolo buono).

Il colesterolo cattivo deve essere mantenuto il più basso possibile, mentre il colesterolo buono deve essere mantenuto il più alto possibile. Esistono diversi modi per ridurre il colesterolo cattivo, tra cui una dieta sana, l’esercizio fisico e l’assunzione di farmaci, se necessario.

Ora che avete capito cos’è il colesterolo alto e quali sono le cause che lo determinano, potete prendere provvedimenti per abbassare i vostri livelli di colesterolo. Seguendo una dieta sana, facendo sufficiente esercizio fisico ed evitando di fumare, è possibile ridurre il colesterolo e il rischio di malattie cardiovascolari.