Le schede sono ordinate anzitutto per tipologia, e poi in base al numero di inventario.

Si è fatto riferimento al catalogo generale del 1961 e a quello del 1970, dato che l’ordine degli inventari sembra rappresentare abbastanza fedelmente quello della presa in carico degli strumenti, sia pure con eccezioni (p.es. gli apparecchi catalogati nel 1876 non sono i primi dell’inventario 1961).

Perciò il materiale classificato nel 1876 viene riportato per primo in ogni gruppo di apparecchi della stessa tipologia, secondo il numero d’ordine assegnato.

La scansione temporale è per lo più dedotta solo dai numeri d’inventario, e generalmente corrisponde all’aspetto esteriore degli strumenti.

 

L’insieme degli strumenti si può suddividere in più categorie: Elettrostatica ( in generale, più vecchi, anche perché meno facili al logoramento, ma soprattutto perché è il punto di partenza di tutta l’Elettromagnetismo, il cui pieno sviluppo avviene verso la fine del XIX sec.); Magnetismo (magneti permanenti, elettromagneti, campi magnetici statici); Elettrodinamica (effetti delle correnti elettriche, elettromagnetismo), Elettrochimica (pile, sorgenti di tensione), e infine Elettronica (che inizia dai tubi elettronici e sconfina nella Fisica moderna dal XX secolo in poi, con la scoperta dell’elettrone, raggi X, ecc.)

 

Vai alle schede di:   

                                                                                                                                                                                                                                    

MECCANICA  e  FLUIDI

TERMOLOGIA e ACUSTICA - ONDE

ELETTRONICA

OTTICA e FISICA MODERNA


                                                                                                                                                                                                                    

Torna alla PAGINA INIZIALE della SEZIONE FISICA

 

 

 

ELETTRICITA’ e MAGNETISMO

Prima del 1876

Continua: dal 1876 alla II guerra mondiale

Elettroforo di Volta

Esperienza di Ørsted

Macchina di Clarke

Campo magnetico di una spira circolare

Spinterometro

Campo magnetico di un solenoide

Elettrometro a pagliette d’oro

Galleggianti di De la Rive

Scampanìo elettrico

Galvanometro di Nobili

Macchina elettrostatica di Ramsden

Campanello elettrico

Pila Grenet

Tasto con elettrocalamita

Bottiglie di Leida

Apparecchio ricetrasmittente di Bell

Quadri di Franklin

Ricevitore telefonico

Quadro e tubo scintillanti

Apparecchio di Ampère

Inclinometro con goniometro semicircolare

Spirale di Roget

Inclinometro con quadrante graduato

Ruota di Barlow

Voltametro di Bertram

Bobina doppia per le correnti indotte

Telaio moltiplicatore di Schweigger

Pendolo per le correnti di Foucault

Dal 1876 alla II guerra mondiale

Rocchetto [piccolo] di Ruhmkorff

Elettromagnete a ferro di cavallo

Rocchetto[grande] di Ruhmkorff

Arco scaricatore snodabile

Nuclei di ferro dolce

Conduttore a punta

Modello dell’anello di Pacinotti

Doppio pendolino elettrostatico

Modello di campo rotante bifase

Elettroscopio a foglie d’oro

Modello di campo rotante trifase

Elettrometro a quadranti

Cellula fotoelettrica

Esperienza dei tre anelli conduttori

Dalla II guerra mondiale al 1861

Apparecchio di Riess

Apparecchio di Tesla

Coppia di conduttori cilindrici

Dal 1961 al 1970

Pozzo di Beccaria

Elettrometro di Kolbe

Arganetto elettrico

Pozzo di Faraday 

Elettroscopio cilindrico con pendolini

Gabbie di Faraday

Elemento voltaico a dischi

Generatore Van de Graaf

Pila di Volta

Reostati

Arco voltaico

Condensatori elettrolitici

Bussola